Era l’estate torrida e noiosa del 2011 e ricordo che quel pomeriggio mi ritrovai a ciondolare a Tradate, un piccolo centro vicino alla casa di campagna della mia famiglia, alla ricerca di un gelato che risollevasse l’umore pesto di quella giornata.
Trovai il bar, il gelato e forse fu il gusto di limone a riattivare la mia sinapsi insonnolita… "E se proponessi il mio seminario sul femminile nel nuovo millennio, all’Università della Terza Età?”. Raggiunsi la sede e in un lampo tutto fu pronto e concordato: programma, tempi, modalità. Un mese più tardi cominciava un’avventura che oggi ricordo come una delle esperienze più gioiose e produttive della mia storia di formatrice.

Non avrei mai immaginato l’accoglienza e la vivacità di queste donne che, semplicisticamente, riteniamo vivere l’”autunno della propria vita”. Nei mesi condivisi insieme ho avuto la possibilità di nutrirmi del loro sguardo sapiente sul mondo e della capacità di rifiorire a se stesse nell’ironia e nella sorellanza.

Da questa esperienza è nato un documento che, a mio avviso, ha integrato la sapienza del passato, la responsabilità del presente e la bellezza di una visione rivolta al futuro. Sarei felice se mi aiutaste a dare visibilità alle loro parole, onorando il loro bellissimo lavoro. Ci sono condivisioni e contagi che possono essere una vera vitamina, soprattutto in un momento in cui il femminile può davvero ripensare e creare un mondo nuovo.



Trasformare la pietra in pane
Il Manifesto delle Donne Sagge

Le Donne Sagge
sono madri di tutti i figli del mondo
meditano e si prendono cura di sé
scelgono con la saggezza del cuore
ascoltano e raccolgono i segnali della vita
si fidano del proprio istinto
hanno una vita gustosa e la assaporano
chiedono aiuto e sanno stare da sole
coltivano la curiosità e mantengono la capacità di stupirsi
improvvisano e ridono insieme
vanno oltre la tolleranza e accolgono
si rimettono in gioco
sanno dire di no e sanno dire di sì
assumono oggi la propria responsabilità per il futuro
custodiscono tutto quello che conta per loro
riconoscono e salvaguardano la sacralità della Terra
percorrono la via di mezzo e sanno ricondurre all’unità
camminano leggere sui fili
e appoggiano il piede saldo sulla Terra
tessono la trama della vita e inventano il tempo
amano e sanno trasformare la pietra in pane.

Condividi il Manifesto delle Donne Sagge con chi ami!
la riproduzione anche parziale, con ogni mezzo, meccanico, elettronico, telepatico, a voce alta o bassa, è vivamente consigliata!